Il mal di schiena è un disturbo che affligge moltissime persone.

Le cause possono essere molteplici:

  • patologie della colonna vertebrale come ernie, spondilolisi, spondilolistesi, osteoporosi, ecc.;
  • effetto di una disfunzione di un altro apparato, ad esempio problemi legati all’intestino;
  • alterazioni del tono muscolare causato da stress meccanici o psicologici;
  • mancanza di movimento;
  • postura abituale.

Non esistono posizioni corrette o scorrette per il nostro corpo ma sono le posture protratte nel tempo ad essere dannose!

La sedentarietà incide tantissimo sul mal di schiena:

Il nostro Corpo è fatto per Muoversi!

Stare fermi o mantenere sempre le stesse posture crea delle rigidità del tessuto miofasciale.

Il tessuto fasciale, grazie alla sua proprietà elastica, tra le diverse funzioni ha quella di trasmettere le forze generate dalla contrazione muscolare.

A livello lombare abbiamo la fascia toracico-lombare: un’importantissima struttura fasciale imputata proprio alla trasmissione delle forze dagli arti inferiori a quelli superiori e viceversa. Se il nostro corpo non si muove, questa struttura non viene allenata! Inoltre se il nostro apparato muscolo-scheletrico non è equilibrato, disfunzioni di altri distretti potrebbero ripercuotersi proprio a livello lombare, generando quindi lombalgia.

Cosa serve alla nostra schiena per stare bene?
  • Allungamento

La colonna deve avere il giusto spazio tra le vertebre e quindi non deve essere compressa. Se il corretto spazio tra le vertebre viene compromesso si può andare incontro a discopatie come protrusioni o ernie.

  • Flessibilità

È importante lavorare sulla mobilità articolare della colonna vertebrale in tutti i piani di movimento per:

    • garantire il lavoro equilibrato del tronco,
    • non generare zone ipo-mobili poiché questo porterebbe alla comparsa di zone iper-mobili, di conseguenza stress e quindi la comparsa di dolore.

La nostra colonna vertebrale è formata da 33 vertebre, è bene che ad ogni sua parte venga data libertà di movimento.

  • Stabilità

I muscoli devono essere in grado di proteggere la nostra schiena in caso di necessità, ad esempio quando si sollevano dei carichi. È necessario quindi lavorare sulla dissociazione, ovvero la capacità di poter muovere gli arti inferiori e superiori mantenendo il tronco stabile. I muscoli responsabili della stabilità sono quelli del core. I principali muscoli deputati alla core stability, a livello profondo, sono: multifido, trasverso dell’addome, pavimento pelvico e diaframma; a livello superficiale gli obliqui, il retto dell’addome, il muscolo gran dorsale e il grande gluteo.

Il Movimento è Vita. Il Movimento è Benessere.

La Prevenzione è l’arma più efficace che abbiamo per contrastare il Mal di Schiena. Cambiare lo Stile di Vita dedicando quotidianamente del tempo all’Attività Fisica è il modo migliore per prendersi cura della propria schiena.

Segui il nostro corso:

Movimento per il Benessere della Schiena!

Attraverso diverse lezioni la nostra insegnante professionista e fisioterapista Giulia Ganassin ti guiderà nell’esecuzione di vari esercizi utili per il benessere della tua schiena!

SOS – MAL DI SCHIENA!

Cosa? Obiettivo di questa lezione è fornire informazioni ed esercizi utili per la gestione del dolore acuto.
Perché? Spesso si tende a preferire il riposo e i farmaci ma nella gestione del dolore anche l’esercizio ha un ruolo fondamentale.
Dove? Nello specifico andiamo a mobilizzare con cautela la zona lombare e pelvica e ad attivare la muscolatura profonda del tronco.
Come? Attraverso esercizi specifici, lenti e controllati. Guidati dalle indicazioni date dall’insegnante che vi aiuteranno nell’esecuzione degli stessi.

AUTOALLUNGAMENTO DELLA COLONNA

Cosa? Obiettivo di questa lezione è la conoscenza e comprensione del principio dell’autoallungamento della colonna vertebrale.
Perché? Eseguire gli esercizi rispettando l’autoallungamento della colonna permette alla schiena di muoversi più correttamente ed evita inutili aumenti della pressione addominale che possono essere nocivi per la colonna vertebrale.
Dove? Nello specifico andiamo a effettuare i vari movimenti della schiena rispettando il principio dell’autoallungamento per poi riproporli in specifici esercizi pilates.
Come? Attraverso movimenti ed esercizi guidati dalle immagini proposte dall’insegnante.

MOBILITÀ DELLA COLONNA VERTEBRALE
Cosa? Obiettivo di questa lezione è l’aumento della mobilità della colonna vertebrale e del cingolo pelvico.
Perché? Avere una colonna vertebrale mobile rende la schiena meno rigida e meno esposta all’ insorgenza di problematiche muscoloscheletriche.
Dove? Nello specifico andiamo a mobilizzare la zona cervicale, toracica lombare e pelvica.
Come? Attraverso esercizi specifici per distretto e globali che coinvolgono tutta la colonna vertebrale. Guidati da varie immagini proposte dall’insegnante che vi aiuteranno nell’esecuzione degli esercizi.

STABILITÀ DELLA COLONNA VERTEBRALE
Cosa? Obiettivo di questa lezione è l’aumento della stabilità lombo pelvica e di tutta la colonna vertebrale.
Perché? Avere una colonna vertebrale stabile rende la schiena più forte e meno esposta a insorgenza di problematiche muscoloscheletriche.
Dove? Nello specifico andiamo a stabilizzare la zona cervicale, toracica lombare e pelvica.
Come? Attraverso esercizi specifici per distretto e globali che coinvolgono tutta la colonna vertebrale, cingolo scapolare e cingolo pelvico con focus sull’utilizzo dei muscoli del tronco.

In presenza di dolore è sempre consigliabile sentire il parere del proprio fisioterapista o del proprio medico di fiducia prima di intraprendere qualsiasi tipo di attività fisica.

Segui il nostro corso per avere una schiena sana! Non sei ancora convinto? Iscriviti alla prova gratuita di 14 giorni ed accedi a più di 100 video lezioni.